Giordania in una settimana

Giordania on the road in fai da te

Giordania non era nella lista dei posti da vedere. Come molti, di questo paese ne sapevo poco. Ho scoperto la Giordania grazie al sogno nel cassetto di un'amica e alle offerte di Ryanair.

Culla della storia dell’Umanità e crocevia di popoli da oltre 2 mila anni la Giordania ha molto da offrire. A testimonianza del suo passato, qui si trovano importanti tracce di storia e di diverse culture come i siti romani, castelli dei crociati e del deserto, luoghi biblici e l'antica Strada dei Re. Luoghi fuori dal tempo, come l'antica città di Petra, affascinano i visitatori. Mentre percorri il siq per raggiungere il Tesoro, ti senti un esploratore. Ma Petra, l'antica città nabatea, non è solo il Tesoro. Continua l'esplorazione verso il Teatro, raggiungi l'Altura del Sacrificio, percorri la Strada Colonnata, lasciati affascinare da ciò che ti circonda mentre prosegui verso il Monastero e ti sembrerà davvero di scoprire la città perduta, di vivere un'altra epoca.

La Giordania, oltre alla storia e alla cultura, è ospitalità, gentilezza. Questi valori hanno radici profonde nel popolo giordano. Mi sono sentita da subito la benvenuta, l'attenzione e la premura che si ha nei confronti dei viaggiatori rende l'esperienza anche più bella. La Giordania è un paese sicuro e tranquillo in una zona del mondo particolarmente inquieta. Non dimentichiamoci però che si tratta comunque di un paese musulmano con una cultura diversa dalla nostra che va compresa e rispettata.


La Giordania è sapori e profumi del Medio Oriente. Basterebbe una passeggiata tra le spezie nei vari souq oppure una sosta nei ristoranti tipici per rendersene conto. La cucina Giordana è tipica del Medio Oriente, semplice, genuina e cucinata con cura e amore. Assolutamente da assaggiare sono le mezza (antipasti): hummus, mutabbal, falafel; i piati principali: makloubeh e  mensaf;  e ovviamente i dolci: atayef, basbousa, kunafa. Troverai anche diversi ristoranti Libanesi che meritano.

 

La Giordania è natura. In un territorio abbastanza raccolto si può passare dai paesaggi desertici a rissalire il fiume nei canyon, dalle saline del Mar Morto ad immergerti tra le barriere coralline del Mar Rosso.

Il modo migliore per scoprire questo paese è on the road ed organizzare un viaggio in fai da te in Giordania è molto semplice. È tutto facilmente prenotabile on line. Le strade sono asfaltate e sicure. Non abbiamo mai avuto problemi e non ci siamo mai sentiti in pericolo. 

Il mio itinerario "Giordania in una settimana"

Vista le dimensioni abbastanza contenute della Giordania si presta molto bene anche ad un viaggio di una settimana. 

 

Primo giorno - notte a MadabaHo prenotato con Ryanair atterrando all'aeroporto di Amman verso le 20:00. Una volta ritirata l'auto a noleggio, mi sono diretta verso Madaba che dista 28 min dall'aeroporto per evitare di guidare al caos di Amman con il buoi. 


Secondo giorno - Madaba, Monte Nebo, Mar Morto. Per visitare le chiese e i mosaici di Madaba basta una mezza giornata. Dopo una breve sosta a Monte Nebo ho raggiunto il Mar Morto dove ho trascorso il pomeriggio in relax. Ho deciso di dormire qui perché il giorno dopo avrei fatto il siq trail a Wadi Mujib oltre che per i bellissimi hotel che ci sono sul Mar Morto. 

Terzo giorno - Wadi Mujib, saline, Wadi Musa. Percorrendo la strada che fiancheggia il Mar Morto, subito dopo la zona alberghiera, vicino al ponte, si trova l'ingresso al Wadi Mujib. Ho optato per il siq trail, un percorso di circa 3 km che si addentra nel canyon risalendo il fiume. Bellissima esperienza se ti senti in forma e un po' di arrampicata non ti spaventa. Appena dopo il Wadi Mujib si trovano le saline, bisogna camminare per circa 20 min per raggiungerle. Nel pomeriggio arrivo a Wadi Musa, la base da cui si parte per visitare Petra. 


Quarto e quinto giorno
- Petra e Piccola Petra. Per visitare Petra mettiti scarpe comode, porta con te l'acqua, qualche spuntino e preparati ad un posto unico. Niente ti potrà preparare alla bellezza di questo posto ma la stanchezza e il caldo possono rovinarti l'esperienza. È sempre meglio partire con calma ed essere preparati a quello che ti aspetta per vivere al meglio l'antica città di Petra. 

Sesto giorno - Wadi Rum. Per scoprire al meglio il deserto di Wadi Rum ho optato per un tour di 8 ore + notte nel deserto in un campo beduino. Non era la prima volta che vivevo il deserto eppure Wadi Rum mi ha lasciata senza fiato. I paesaggi surreali, il suo caratteristico color rosso intenso ti catapulta in un'altra dimensione, su un altro pianeta. 

Settimo giorno - Wadi Rum, Castello di Karak, Amman. Prima di raggiungere la capitale ho optato per una sosta al Castello di Karak, un castello dei templari. 

Ottavo giornoAmman e Jerash. La prima mezza giornata l'ho dedicata alla scoperta di Amman. Qui puoi leggere il mio articolo "Amman in un giorno". Nel pomeriggio ho raggiunto Jerash per visitare uno dei più impressionanti e ben conservati siti romani. Da non perdere. 

Informazioni utili:

  • la Giordania è un paese musulmano. Alle donne viene richiesto di vestire in modo appropriato e sobrio. Se viaggi nei mesi di Maggio - Giugno probabilmente ti imbatterai nel periodo di Ramadan.
  • La moneta della Giordania è il dinaro giordano. Attualmente il cambio è 1 JOD = 1,26€
  • Fuso orario: +1 rispetto all'Italia. 
  • Meglio portarsi l'adattatore universale in quanto le prese sono miste. 
  • è un paese sicuro. Per ogni dubbio rivolgersi al sito Viaggiare Sicuri.
  • il periodo migliore per visitate la Giordania è la primavera (Aprile-Maggio) e l'autunno (Ottobre-Novembre). D'estate troverai temperature molto alte e d'inverno temperature basse.
  • Auto e guida - basandomi su quanto riportato sul sito di Viaggiare Sicuri ho fatto la patente internazionale per poter guidare in Giordania. Qui puoi leggere il mio articolo "Come richiedere la patente internazionale". Ho letto molti commenti al riguardo, alcuni sostengono che non sia necessaria. Direi che si tratta di una scelta personale. In caso di incidente la mancanza della patente internazionale potrebbe essere un motivo per non rimborsarti quindi ho preferito non rischiare. In tanti preferisco noleggiare l'auto con l'autista, io ho preferito muovermi in autonomia. 
  • Jordan Pass - se trascorrerai più di quattro giorni in Giordania ti conviene comprare online il Jordan Pass. Il pass comprende l'ingresso in diversi siti compreso Petra e ti permette di non pagare il visto d'ingresso nel paese. A Petra, insieme al  Jordan Pass cartaceo, mi hanno chiesto anche il passaporto. Il costo del Jordan Pass dipende dal numero di giorni che dedicherai a Petra. 
  • un viaggio in Giordania può rivelarsi impegnativo soprattutto in primavera - estate. Se come me deciderai di fare qualche percorso a piedi a Wadi Mujib, a Petra, a Wadi Rum oppure qualche percorso nella riserva di Dana, assicurati di prendere le dovute preoccupazioni per vivere l'esperienza in sicurezza. Camminare in un posto arrido, sotto elevate temperature oppure sulla sabbia non è facile ma l'esperienza è assolutamente ripagante.
  • un consiglio spassionato. Durante il viaggio on the road la radio Mood 92 può farti compagnia con ottima musica e programmi in inglese 
  • portati sempre con te medicine del primo soccorso. È sempre meglio rivolgersi al propio medico.

Se potessi tornare indietro dedicherei una giornata a Petra e includerei un giorno sul Mar Rosso. Petra è un sito grande che merita sicuramente due giorni di visita ma dopo i 21 km fatti a piedi tra scalini e saliscendi il primo giorno serve coraggio per ritornarci. Oltre a Petra e Piccola Petra nella zona non ci sono molte alte attrazioni. Altre mete che potresti valutare: il castello di Ajlun, Salt, i castelli del deserto, la riserva della biosfera di Dana. Assicurati di percorrere almeno un pezzo dell'antica Strada dei Re (n. 35) durante il tuo viaggio per i bellissimi paesaggi che offre e per vivere il fascino di percorrere un percorso antico.

Commenti: 5
  • #5

    Gloria - Gate 41 (venerdì, 12 luglio 2019 10:03)

    @Carlotta certo che ci andrai è sarà un viaggio indimenticabile ❤️

    @Alle grazie mille

    @Giulia ho prenotato con Dollar tramite Rentalcar. Avevo aggiunto anche la copertura completa per sicurezza.

    @Marilù hai assolutamente ragione! Se ti serviranno altre info quando organizzerai il viaggio scrivimi �

  • #4

    Mariluca Ortica (mercoledì, 10 luglio 2019 18:18)

    Ma sai che ho scoperto con l'esperienza che i viaggi migliori a volte nascono proprio dal caso? In quel posto in cui proprio non pensavi di andare poi lasci un pezzetto di ♥️In Giordania invece ci voglio proprio andare e so che ciò che scrivi mi tornerà utile!

  • #3

    Alle (martedì, 09 luglio 2019 21:39)

    Sembra un viaggio da sogno, grazie per aver condiviso la tua esperienza!

  • #2

    Giulia (martedì, 09 luglio 2019 21:29)

    Ciao, posso chiederti con quale compagnia avevi noleggiato l'auto?

  • #1

    Carlotta (martedì, 09 luglio 2019 19:17)

    Un ottimo articolo Gloria! Informazioni curate, che mi saranno molto utili per organizzare il mio viaggio in Giordania... se riuscirò finalmente ad andarci!! �❤