Weekend in Val di Fassa

Weekend in Trentino per chi non scia

Affascinati dalla bellezza della natura, dai bellissimi Hotel con centri benessere, dalle piste con panorami mozzafiato è da un po' che proviamo ad organizzare una settimana bianca in Trentino ma per un motivo o un altro non ci siamo ancora riusciti. Per non farci sfuggire l'opportunità di vivere la neve anche quest'anno "ci accontentiamo" di un weekend all'insegna del relax e qualche passeggiata all'aperto.

 

Il Trentino offre tante attività anche per chi non scia. L' anno scorso ho vissuto una bellissima esperienza al Hotel Cyprianerhof ai piedi del Catinaccio, che puoi leggere qui. Cercando di nuovo un posto bello, curato nei minimi dettagli dove farmi coccolare ho optato per Active Hotel Olympic a Vigo di Fassa.

Ecco come può essere un weekend in Trentino per chi non scia.

 

Giorno 1 - Partenza verso Val di Fassa con sosta acquisti e pranzo da Tito - "Il Maso dello speck". Questo posto è immerso tra le montagne, gli animali pascolano liberi nel prato. Il negozio offre tante specialità culinarie tipiche, da non perdere il loro filetto di speck. Il fuoco acceso, il legno che domina l'arredamento e rende l'ambiente caldo ed accogliente, i sapori del territorio sono gli ingredienti di un pranzo perfetto in montagna.

L'Active Hotel Olympic si trova a 10 min dal centro di Vigo di Fassa. La comodità ha un prezzo però, una strada trafficata che passa proprio di fianco all' Hotel. Dall'interno non si sente nessun rumore. L' Active Hotel Olympic  è circondato dai monti ed offre viste bellissime. Ci accolgono con un aperitivo. L' interno è molto curato e il centro benessere è una chicca. Le mie aree preferite sono la piscina riscaldata che si estende all'aperto con vista montagna e l'area relax ispirata al bosco sotto la pioggia. Troverai ovviamente anche due saune e 1 bagno turco. Il centro benessere è esclusivo, mai troppo frequentato quindi ti puoi rilassare e farti coccolare. L' Active Hotel Olympic offre una pensione 3/4 che significa merenda nel pomeriggio, cena e colazione incluse. La cucina offre sapori di stagione elaborati con fantasia dai gusti raffinati ma sempre genuini. Dopo la cena organizzano diverse attività. Noi abbiamo preferito gustarci fuori davanti al fuoco e avvolti nelle coperte una tisana con fiori ed erbe delle montagne.

Giorno 2 - Passeggiata tra i boschi innevati,  vista sul Catinaccio e pranzo in rifugio. Da Vigo di Fassa si può prendere la Funivia Catinaccio. Ho chiesto informazioni alle casse e sono stati molto gentili a consigliarmi percorsi che permettono passeggiate nel bosco. Decidiamo di fare un pezzo di percorso da Pian Pecei verso Gardeccia. Il costo della funivia è 16€ andata e ritorno e comprende anche la seggiovia Piana ma solo di passaggio.

 

La vista da quassù è mozzafiato. Ti sembra di poter toccare con mano le cime delle montagne. Il paesaggio innevato, il sole che riscalda la pelle... Sembra l'inizio di una giornata perfetta sulla neve. Troverai piste in scenari incredibili qui ma come detto dall'inizio il nostro è un esempio di weekend in Trentino per chi non scia. Prendiamo la seggiovia Pian Pecei. La discesa è molto ripida e il paesaggio meraviglioso. Non ha nevicato molto quindi possiamo seguire il percorso senza ciaspole. Subito il freddo si fa sentire ma appena inizi la camminata il corpo si riscalda e vieni solo rapito dalla bellezza del paesaggio che ti circonda. Non siamo allenati quindi camminiamo per una 40 di minuti poi torniamo. Se pensi di arrivare a Gardeccia assicurati che il Rifugio sia aperto. Dicono che da lassù si ha una vista spettacolare. La prossima volta non c'è la perderemo.


Per il pranzo ho preferito il rifugio Negritella, un po' più appartato e tranquillo con tavoli anche all'esterno. Perfetti per godersi l'aria di montagna e il sole. Il ragazzo che ci accoglie è gentilissimo. Adoro l'atmosfera dei rifugi così rilassata, accogliente, i sorrisi e i racconti di avventure sulla neve, i sapori tipici, semplici e buonissimi. Il silenzio della natura, la bellezza in ogni dove che ti riempie gli occhi e il cuore. Ah non perderti lo strudel! Le calorie in più sono giustificate con le energie bruciate sulla neve.

Verso le 15 ci avviamo verso la macchina. Prossima tappa è Trento. Prima di tornare a casa volevo fare un giro tra i mercatini di Natale. Bellissima la Piazza di Fiera, le bancarelle di castagne e vin Brulè ma dove sono I mercatini di Natale?! Abbiamo trovato un normalissimo mercato di abbigliamento e qualche sapore tipico, un mercato uguale a quello della nostra città!

Se non hai mai visitato il lago di Carezza io ti consiglio di sostituire il giro a Trento con un giro per visitare i mercatini di Natale sul lago di Carezza, soprattutto di sera creano un'atmosfera magica. Se hai a più tempo a disposizione potresti visitare anche Moena. 

Commenti: 2
  • #2

    Gloria - Gate 41 (venerdì, 11 gennaio 2019 13:55)

    Rosa, ti ringrazio molto per aver letto il mio articolo. Il nostro obiettivo adesso è tornare in Val di Fassa per la settimana bianca �
    Un saluto

  • #1

    Rosa (venerdì, 11 gennaio 2019 09:31)

    Bellissimo l’articolo! Lavoro all’Olympic e ne vado super orgogliosa. É bello leggere che la vacanza in Val di fassa ti é piaciuta, e anche per noi é una grande soddifazione.

    Ciao