Sudafrica in fai da te

Itinerario di 18 giorni

Periodo viaggio: Settembre 2019         Durata: 18 giorni         Tipologia: On the road in fai da te


Il Sudafrica mi ha conquistata, mi ha fatto battere il cuore, mi ha letteralmente lasciata senza fiato. In tanti mi hanno chiesto come mai avessi scelto questa meta e la risposta è semplice: per la natura e la varietà di esperienze che questo paese ha da offrire! Prima di iniziare ad organizzare il viaggio avevo molti dubbi e preoccupazioni sulla questione sicurezza. Si tratta pur sempre di uno dei paesi con il più alto tasso di criminalità al mondo! Quello che posso dire dopo il mio viaggio on the road di 18 giorni è che basta essere consapevoli dei rischi e seguire le indicazioni che si trovano sul sito Viaggiare Sicuri, su guide come Lonely Planet e nei vari forum. Se ti stai chiedendo se un viaggio in Sudafrica in fai da te è fattibile e come muoversi per organizzarlo, puoi leggere la mia esperienza.


"Il Sudafrica è il mondo in un paese" è la frase che meglio descrive questa splendida destinazione. Non è facile decidere cosa vedere e cosa invece sacrificare. Il modo migliore per pianificare l'itinerario è tenere a mente le proprie aspettative e il periodo in cui si visita il paese. Le aree più famose del Sudafrica sono il Parco Nazionale del Kruger, Panorama Route e Blyde River Canyon, iSimangaliso e l'estuario di Santa Lucia, Cape Town e Garden Route. Qualunque sia la tua scelta un viaggio in Sudafrica in fai da te non deluderà le aspettative. Ho viaggiato a Settembre e l’obiettivo principale era la natura quindi il mio viaggio in Sudafrica in 18 giorni ha toccato queste tre aree:

1.    Panorama Route e il Parco Nazionale del Kruger - paesaggi di montagna, cascate a picco, canyon e savana. Qui si passa dal clima di montagna al cuore della savana in breve tempo. Una volta atterrata a Johannesburg ho ritirato l'auto a noleggio e mi sono spostata verso Graskop, circa 5-6 ore di strada dritta e in buone condizioni. Il terzo giorno l’ho dedicato all’esplorazione della famosa Panorama Route partendo da Graskop con soste a Berlin falls, Lisbon falls, Gods window, Bourke's Luck Potholes raggiungendo poi il Blyde River Canyon. Invece i successivi 4 giorni li ho dedicati all’esplorazione del Parco Nazionale del Kruger in self drive e safari all’alba e al tramonto organizzati con i ranger del parco. Il mio articolo "Come organizzare un safari nel Kruger" 

2.    Santa Lucia, iSimangaliso e il Parco Nazionale di Hluhluwe iMfolozi - natura, natura e ancora natura! Ho raggiunto Santa Lucia, la mia base per esplorare iSimangaliso e Hluhluwe, in auto da Malelane in circa 7-8 ore. iSimangaliso è un luogo unico al mondo dove vivere 5 ecosistemi insieme: spiagge come quella di Cape Vidal dove nidificano tartarughe, barriere coralline, laghi, zone umide, boschi e foreste litoranee. Qui la savana tocca il mare: si possono avvistare zebre, rinoceronti, antilopi e, al largo della costa, delfini e balene. Navigare l'estuario di Santa Lucia è come vivere un pezzo di documentario tra tessitori Africani che costruiscono il nido, coccodrilli pigri stesi al sole e ippopotami buffi che entrano ed escono dall'acqua. Ho dedicato 4 giorni a questa zona di cui 1 giorno di safari nel Parco Nazionale di Hluhluwe iMfolozi.

3.     Cape Town, le Winelands e Hermanus - servirebbero tre settimane solo per Cape Town e le zone limitrofi ma purtroppo ho solo 6 giorni. Con un volo interno da Durban ho raggiunto Cape Town e ho noleggiando una seconda auto. In questa parte del Sudafrica si passa dalla Boulders Beach, la famosa spiaggia dei pinguini, ai paesaggi meravigliosi di Cape Point per poi spostarsi verso le Winelands, un pezzo di Europa in Africa. Tenute in stile rinascimentale del 800', colline adornate di vigneti e frutteti, giornate che trascorrono tra l' assaggio di ottimi vini, picnic nei prati e passeggiate in bicicletta. Fiancheggiando in auto la costa si raggiunge Hermanus,  tranquilla cittadina di pescatori diventata famosa come il miglior luogo al mondo per l'avvistamento delle balene da terra!

Per concludere il Sudafrica è uno dei paesi che meglio si presta ad un viaggio on the road. I paesaggi sono stupendi e la natura regala sempre emozioni. Organizzare un viaggio in Sudafrica in fai da te è relativamente facile. Puoi prenotare tutto tranquillamente online. Tutti parlano benissimo l'inglese e il livello delle strutture è molto buono.

 

Informazioni generali

 

Sicurezza - il Sudafrica è uno dei paesi con più alto tasso di criminalità al mondo. Il divario tra ricchi e poveri è enorme e te ne renderai conto presto. Come noterai anche che la piaga dell'aparthied è ancora aperta. Informati bene sulle norme di sicurezza da adottare prima di partire. Alcune regole base che ho seguito:  ho evitato le grandi città a parte Cape Town in macchina, non viaggiare di notte, guida con prudenza non ti fermare lungo le strade veloci se non negli autogrill dove c'è gente e possibilmente una guardia armata, scegli hotel e sistemazioni affidabili e con sorveglianza, non uscire mai a piedi di notte, non passeggiare in zone appartate, fai bancomat durante il giorno se possibile all'interno delle banche, non dare passaggi in auto, non dare confidenza a sconosciuti, non intraprendere trekking in zone isolate da solo ma solo con gruppi di almeno 5-6 persone.

 

Il Sudafrica è un paese meraviglioso, basta evitare situazioni spiacevoli e ti troverai benissimo. Le persone che abbiamo incontrato, proprietari di Guest House e il personale di ristoranti e strutture, sono state molto ospitali e gentili. All'interno dei Parchi Nazionali sei al sicuro, maggiori problemi si possono verificare in grandi città.

 

Volo, visto e fuso orario - ho viaggiato con Emirates atterrando a Johannesburg e ripartendo da Cape Town, in questo modo mi sono risparmiata tempo e un volo interno. Non è richiesto il visto per soggiorni inferiori ai 90 giorni . Per quanto riguarda il fuso orario, il Sudafrica è 1 ora avanti rispetto all'Italia el'ora legale non viene applicata.

 

Trasporto  e noleggio auto- visto l'alto tasso di criminalità il miglior modo per viaggiare è noleggiare un'auto e per le distanze più importanti prendere un volo interno. In Sudafrica si guida a sinistra e per poter guidare è richiesta la patente internazionale. Qui puoi leggere il mio articolo su "Come richiedere la patente internazionale" Al momento del noleggio auto ti verrà chiesto se intendi visitare altri paesi come Lesthoho oppure eSwatini. Spesso per le strade a pagamento le auto a noleggio sono dotate di "telepass", pagherai tutto alla riconsegna dell'auto. Per consegnare l'auto in un'altra città dovrai pagare un sovraprezzo. Io ho noleggiato tramite Rentalcars dalla compagnia Bidvest sia a Johannesburg che a Cape Town e mi sono trovata molto bene.


Moneta e pagamenti - la moneta sudafricana è il rand. Il tasso di cambio è circa 15,7 rad = 1€. Abbiamo pagato quasi tutto con la carta di credito. 


Clima e stagioni - Le stagioni in Sudafrica sono invertite. Il momento migliore per visitare il Paese dipende dalla zona che intendi visitare. In linea di massima:  il nostro inverno è perfetto per fare Cape Town e la Garden Route. Invece la nostra estate va benissimo per i safari e l'avvistamento delle balene. Abbigliamento - dipende dal periodo del viaggio. A settembre per i safari all'alba serve una giacca pesante. A Cape Town meglio portarsi un maglione e felpa oltre a magliette leggere.


Vaccini e medicinali - Non ci sono vaccini obbligatori. Consultare il proprio medico di base per ogni evenienza. Viaggiando nel periodo secco e non toccando aree ad elevato rischio di malaria ho preferito non fare la profilassi ma ho cercato di seguire le regole di prevenzione come indossare capi chiari e coprenti e utilizzando antirepellenti. Ho portato come sempre con me medicine di primo soccorso e ho fatto il trattamento con i fermenti lattici.

 

Prese elettriche - di tipo M. Ti servirà l' adattatore.

 

Ristoranti - in Sudafrica si cena presto. Alcuni ristoranti chiudono alle 20:00

      

Commenti: 8
  • #8

    Gloria - Gate 41 (venerdì, 17 aprile 2020 15:09)

    @Elisa cerca Bayete Zulu Elephant Interaction. Ti raccontano la loro storia e puoi interagire con loro.

    @Matteo grazie mille

    @Sara speriamo! Se ti servono altre info sono qui

  • #7

    Matteo (giovedì, 09 aprile 2020 10:34)

    Interessante e utile il tuo articolo come sempre. Bravissima Gloria

  • #6

    Elisa (mercoledì, 08 aprile 2020 14:59)

    Bellissima la foto con l'elefante. Dove si può fare?

  • #5

    Sara (mercoledì, 08 aprile 2020 10:31)

    Dovrei partire per il Sudafrica in Agosto! Spero la situazione torni alla normalita al più presto! Grazie delle info, molto utili.

  • #4

    Gloria - Gate 41 (mercoledì, 08 aprile 2020 09:23)

    Ciao Andrea, grazie mille! La scelta delle tappe dipende anche dal periodo in cui pensi di recarti in Sudafrica. Con due settimane a disposizione io farei Panorama Route + Kruger poi mi sposterei a Cape Town. Se hai altre domande sono qui.

  • #3

    Andrea (martedì, 07 aprile 2020 15:03)

    Bellissimo viaggio e bellissimo intinerantio. Con due settimane a disposizione sarebbe possibile fare il tuo stesso giro?

    Andrea

  • #2

    Gloria - Gate 41 (domenica, 26 gennaio 2020 18:02)

    Marilù è proprio così!

  • #1

    Marilù (mercoledì, 22 gennaio 2020 10:37)

    Il Sudafrica,con le sue distese di natura, la sua flora e la sua fauna me lo immagino proprio come un mondo racchiuso in un paese, qualcosa di meraviglioso